Chi siamo
comments 2

LA TRATTORIA: LA SEMPLICITA’ DELLA TRADIZIONE ALPINA

Dalla colazione alla cena, passando per gli snack, i dolci e i taglieri: la trattoria del Rifugio Teggiate saprà accogliervi con i suoi piatti semplici, ispirati alla tradizione gastronomica della Valchiavenna.

CONTATTACI PER PRENOTARE E PER QUALSIASI INFORMAZIONE UTILE PER ORGANIZZARE LE TUE VACANZE
TELEFONO 3487801861

Da provare, i formaggi della zona, rinomati per il loro sapore intenso e caratteristico, ottenuto grazie all’antica arte della lavorazione casearia tramandata di generazione in generazione. Tra i più noti il Bitto, un formaggio a pasta semicotta che viene prodotto esclusivamente con latte di vacche di razza Bruna Alpina e Pezzata Rossa e stagionato per almeno 70 giorni. La sua particolarità è il gusto aromatico leggermente piccante che si accentua con l’avanzare della stagionatura.

Un altro formaggio tipico della Valchiavenna è il Casera. Dalla pasta pressata e non cotta viene stagionato per almeno tre mesi. Il Casera ha una consistenza compatta e un sapore intenso, con note di nocciola e fieno. È spesso utilizzato come ingrediente principale nei piatti tradizionali della zona, come ad esempio i famosi pizzoccheri, piatto simbolo della cucina di montagna della Valchiavenna.
Per chi ancora non li conoscesse, i pizzoccheri sono una pasta fatta in casa a base di grano saraceno, che viene tagliata a forma di fettuccine larghe. Queste vengono poi cotte insieme a cubetti di patate, verza e formaggio Casera. Il tutto viene condito poi con abbondante burro fuso aromatizzato con aglio e salvia. È il piatto forte della trattoria del Rifugio Teggiate.

La tradizione vuole che i pizzoccheri siano accompagnati da un bicchiere di vino rosso robusto, come il Sassella o il Valgella, due pregiati vini prodotti nelle vigne circostanti.

La cucina di montagna della Valchiavenna non si limita solo ai formaggi e ai pizzoccheri. La zona vanta una grande varietà di piatti a base di salumi, come la bresaola, la Coppa Valchiavennasca e il salame. Completano l’offerta gastronomica locale le pietanze a base di selvaggina locale, come lo spezzatino di cervo e  il brasato di capriolo.

2 Comments

Lascia un commento