All posts filed under: Blog

Circondati dalla natura

La Valchiavenna, incantevole regione situata tra le maestose Alpi svizzere e italiane, è ricca di una varietà di piante autoctone che si sono adattate alle condizioni alpine uniche di questa zona. Tra le molte specie che popolano la Valchiavenna, il Monte Spluga, una delle vette più emblematiche dell’area, è un habitat ideale per diverse piante che prosperano in queste altitudini. Vediamo alcune delle piante autoctone che si possono trovare sul Monte Spluga e nelle zone circostanti della Valchiavenna: Edelweiss (Leontopodium alpinum) Tra le più celebri piante di montagna, l’edelweiss è un’icona alpina con i suoi fiori bianchi lanosi e stellati. Questa pianta è protetta e ha assunto un significato simbolico di coraggio e tenacia. Rododendro alpino (Rhododendron ferrugineum)Con i suoi fiori rosa e il fogliame sempreverde, il rododendro alpino aggiunge un tocco di colore e bellezza al paesaggio alpino durante la stagione estiva. Genziana (Gentiana) Esistono diverse specie di genziana che crescono sul Monte Spluga. Queste piante dalla fioritura spettacolare sono un simbolo di purezza e sono spesso utilizzate nelle bevande digestive tradizionali. Achillea (Achillea …

La via Spluga

La Via Spluga, nota anche come “Via Splügen” o “Splügenpass”, è un’antica rotta commerciale e strada storica che attraversa le Alpi svizzere e italiane. La sua storia affonda le radici nei tempi più antichi, ed è stata una delle vie di collegamento fondamentali tra le regioni settentrionali e meridionali dell’Europa. La storia della Via Spluga inizia molti secoli fa, quando le tribù celtiche e retiche si stabilirono nelle valli alpine. Inizialmente, questi percorsi erano utilizzati come sentieri di caccia e passi per i pastori e i viaggiatori locali. Tuttavia, con l’avvento del commercio e dei contatti tra popoli e regioni, la Via Spluga divenne un importante passaggio per il trasporto di merci e scambi culturali. Durante il periodo romano, la Via Spluga fu ulteriormente sviluppata e ampliata per consentire il transito delle legioni romane e dei commercianti. Fu una delle vie principali utilizzate per collegare l’Italia settentrionale con la Svizzera e le regioni tedesche. Questa strada strategica ha reso possibile il movimento delle truppe romane durante le campagne militari e ha favorito lo sviluppo di …

I formaggi della Valchiavenna

La cucina della Val Chiavenna

La cucina della Valchiavenna è una vera delizia per gli amanti della gastronomia tradizionale e dei sapori autentici. Situata nella regione italiana della Lombardia, questa valle incantevole offre una vasta gamma di piatti tipici che riflettono la ricchezza delle sue tradizioni culinarie. Qui di seguito, troverai un elenco puntato dei piatti più caratteristici della cucina della Valchiavenna: PizzoccheriIl piatto principe della Valchiavenna, i pizzoccheri sono tagliatelle rustiche fatte con una combinazione di farina di grano saraceno e farina di frumento. Vengono solitamente serviti conditi con verza, patate, formaggio Bitto e burro fuso, il tutto strato su strato per creare una squisita armonia di sapori. SciattQuesti deliziosi bocconcini di formaggio Bitto avvolti in una croccante pastella sono un antipasto irresistibile. Sciatt significa “rospo” in dialetto locale, e il nome deriva dalla forma tondeggiante di questi sfiziosi bocconi. Crespelle della ValchiavennaSimili alle classiche crepes, queste crespelle vengono farcite con un mix di erbe aromatiche locali, come la borragine e la bietola, insieme al formaggio. Un’esplosione di gusto per il palato! CassoeulaUn piatto tradizionale invernale, la cassoeula è …

Linea Bianca RAI 1: una puntata dedicata a Madesimo e la Val Chiavenna

“Linea Bianca” si imbarca in un affascinante viaggio alla scoperta della Lombardia, da Chiavenna a Madesimo. Questa emozionante avventura viene raccontata nel loro ultimo imperdibile appuntamento. Il programma, condotto da Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi, va in onda su Rai 1 e su Rai Italia il sabato alle 14:00. Il viaggio inizia a quota 3.027 metri sul livello del mare, sulla cima Suretta, nel magnifico scenario dell’omonimo ghiacciaio. Da lì, la squadra si dirige verso la Val di Lei, dove gli insegnanti di sci presentano le incredibili opportunità offerte dal comprensorio sciistico della Valchiavenna: 40 chilometri di piste perfettamente innevate e 13 impianti di risalita. Il punto culminante è rappresentato dalla moderna funicolare sotterranea d’Europa, che in soli 3 minuti e superando un dislivello di 638 metri, permette di accedere direttamente alle piste. Da Montespluga, arriva una storia straordinaria di amicizia tra Thomas, uno chef di professione, e Numb, un magnifico pastore cecoslovacco. Insieme, scalano le dieci cime più significative tra la Valtellina e la Svizzera, tutte con altitudini superiori ai tremila metri. Ma c’è …